Un po’ di storia…

 Dal 1 settembre 2014 la Direzione Didattica I Circolo di Venaria Reale e la Scuola Secondaria di I grado Michele Lessona si sono unite a formare l’Istituto Comprensivo Venaria 1, che comprende circa 1700 alunni ed è attualmente il più grande Istituto del primo ciclo di istruzione del Piemonte.

Esso comprende:

due plessi di Scuola Secondaria di I grado (“Michele Lessona”),

tre plessi di Scuola Primaria “De Amicis, “Otto Marzo”, “Di Vittorio

quattro plessi di Scuola dell’Infanzia “De Amicis”, “Gallo Praile”, “via Boccaccio” e “Don Sapino” (questi ultimi due dal 2016 riuniti in un unico plesso in seguito alla costruzione di una nuova ala della scuola di via Boccaccio)

Le nostre, in particolare la Lessona centrale e la De Amicis, sono le scuole storiche di Venaria: molti cittadini, anche i più anziani, le hanno frequentate, ed è molto emozionante per loro accompagnare i figli o i nipoti in quelle che furono le “loro” aule.

 

 La storia dell’attuale scuola media “Lessona” risale al 1923, quando la Riforma Gentile, nell’ambito di un programma complessivo di riordino della scuola italiana, prevedeva di estendere l’obbligo dai dodici ai quattordici anni. In molte realtà locali le amministrazioni comunali e scolastiche ottennero solo di garantire la frequenza di un solo anno oltre i cinque di elementari. La classe sesta, a Venaria Reale, divenne quindi l’unica possibilità di proseguimento degli studi e inizialmente sembrò un prolungamento della scuola elementare, dalla quale istituzionalmente dipendeva.

Nel 1929, vennero istituiti i corsi e le scuole di avviamento professionale. La direttrice didattica propose d’intitolare a Michele Lessona, illustre naturalista di origine venariese, i corsi di avviamento al lavoro, che si svolgevano presso la sua scuola, per inciso una delle più grandi della provincia di Torino.

Nel 1936 con il riordino dell’insegnamento professionale, elevato a secondo ciclo d’istruzione, avvenne lo scorporo dalle scuole elementari. Per sei anni dunque, dal 1929/30 al 1934/35, il corso di avviamento professionale di Venaria Reale dipese a tutti gli effetti dalla vicina Regia Scuola Elementare “Principe di Piemonte” (oggi il nostro plesso di Scuola Primaria “De Amicis”)

Risale all’anno scolastico 1936/37 la prima documentazione d’archivio del corso autonomo che, ufficialmente, è ancora definito sesta elementare, ma di fatto è un autonomo corso annuale di avviamento al lavoro, in procinto di trasformarsi in corso annuale di avviamento professionale. 

Nel 1939/40 la “Lessona” si trasformò da corso annuale in corso biennale con quattro classi: tre prime, di cui una femminile e due maschili, ed una seconda mista. L’insegnamento di tecnologia ed i laboratori delle classi maschili, dallo stesso anno, prevedeva una differenziazione dei programmi tra l’indirizzo falegnami e meccanici, mentre le ragazze studiavano economia domestica e contabilità.

A partire dall’anno scolastico 1940/41 la corrispondenza risulta redatta su carta intestata Scuola di avviamento professionale “Michele Lessona” di via Carlo Alberto, 1 (l’attuale via Andrea Mensa) e fu autorizzata la formazione di ben otto classi: quattro prime, di cui due sezioni maschili ed altrettante femminili, due seconde (una maschile ed una femminile), due terze (una maschile e l’altra femminile).

Con la Legge del dicembre 1962, vengono istituiti i corsi della scuola media unificata e così si arriva alla “Scuola Media Unificata di Stato Michele Lessona” con tre corsi (A/B/C) attivati e altri che proseguono – e ad esaurimento – come avviamento.

Negli anni successivi la Scuola con sede in largo Garibaldi 2, ha avuto succursali prima in via Zanellato (due numeri civici), poi in via Buozzi 16 (attuale sede dell’IIS “Juvarra”) e infine in via Boccaccio 48 (il nostro Matitone, unito e gemello del nostro plesso di Scuola Primaria “Di Vittorio”).

Gli ordinamenti e le sedi sono stati diversi, ma in ogni caso ha battuto il cuore della scuola media “storica” di Venaria Reale.

 La Scuola De Amicis è ancora nello storico edificio situato nel centro della città antica; si affaccia su Piazza Vittorio Veneto dalla quale si dipartono le due vie principali della Venaria Reale, una delle quali, isola pedonale, porta alla Reggia.

Fu inaugurata nel 1932 alla presenza dei Principi di Piemonte, da cui prese il nome, e la sua storia si intreccia con quella della scuola media Lessona, e con le sue succursali che furono via via costruite per accogliere la giovane popolazione di una Venaria in espansione.

Nel 1947 il Provveditorato agli Studi approvò, su proposta del Consiglio Comunale di Venaria, il cambio del nome in "Edmondo De Amicis".

Per anni essa fu l’unica scuola di Venaria; è stata restaurata in occasione del rifacimento della Reggia di Venaria, ed oggi si presenta come allora, con aule spaziose, ampi corridoi, grandi scalinate tipiche delle antiche scuole elementari.

Nei suoi archivi storici sono conservati i registri fin dalle origini. Scritti in “bella calligrafia” da maestri e maestre nati nell’‘800, riportano i nomi ed i voti scolastici di tutti gli alunni passati nelle sue aule, a partire da coloro che nel 1932 avevano sei anni, e quindi hanno oggi ormai superato i novant’anni.

Le scritte “sezione maschile” e “sezione femminile”, che ancora oggi campeggiano sui due grandi portoni di ingresso, sono fonte di stupore per i giovani alunni e ricordano ai più anziani i tempi in cui le classi erano rigorosamente divise per sesso, e una delle minacce peggiori per gli alunni discoli era quella di “mandarti dalle femmine”.